Novità nel versamento delle ritenute dei condomini

ritenute condomini 2017

Novità nel versamento delle ritenute dei condomini

area gestione condomini e immobiliLegge di Stabilità 2017 ha portato una piccola rivoluzione nelle modalità di versamento delle ritenute effettuate dai condomini.

Il condominio, infatti, in qualità di sostituto d’imposta, è tenuto al versamento della ritenuta del 4% a titolo di acconto sui corrispettivi dovuti per prestazioni relative a contratti di appalto di opere o servizi.

Al fine di agevolare l’amministratore, l’art. 1, comma 36 L. 232/2016 della suddetta Legge di Stabilità 2017, ha previsto che le ritenute, qualora non si superi la soglia minima annuale pari a 500 euro, vadano versate entro

  • il 30 giugno e
  • il 20 dicembre di ogni anno. 

Al contrario, se la somma delle ritenute relative all’intero anno supera la soglia di € 500, la modalità di versamento non subisce modifiche e l’importo andrà versato nei tempi e nei modi attualmente in vigore, ossia entro il 16 del mese successivo a quello in cui avviene il pagamento della fattura.

Inoltre la legge stabilisce che il pagamento dei corrispettivi dovuti per prestazioni relative a contratti di appalto resi a condomini, deve essere eseguito esclusivamente con modalità tracciabili, ovvero:

  • mediante conti correnti bancari o postali,
  • attraverso altre modalità che consentano il controllo da parte dell’amministrazione finanziaria.

Sebbene la legge sia stata approvata al fine di agevolare l’amministratore, questa presenta una importante criticità: è infatti difficile, se non impossibile, preventivare spese straordinare che potrebbero portare al superamento della fatidica soglia di € 500. E’ pertanto importante chiarire che è comunque possibile continuare a versare le ritenute mensilmente.

L’inosservanza di tale obbligo è punita con la sanzione da 250 Euro a 2mila Euro.

Condividi questo post