Internet delle cose in cucina, arriva la cappa parlante

Faber Internet delle cose

Internet delle cose in cucina, arriva la cappa parlante

L’Internet delle cose arriva in cucina. Faber, azienda marchigiana che sessant’anni fa ha inventato le cappe aspiranti, ha realizzato una cappa da cucina touch screen, connessa a Internet e al piano cottura, che mostra le ricette online, rileva l’inquinamento domestico e si accorge se la bistecca sta per bruciarsi oppure se l’olio supera il punto di ebollizione.

J-Project, che si è aggiudicata il premio Innovazione Smau, è la prima cappa open source mai realizzata, la prima applicazione tangibile dell’Internet delle cose e della robotica in questo settore”, afferma Andrea Coccia, Appliances Innovation Manager di Faber, spiegando che il progetto “è stato sviluppato con la collaborazione di cinque giovani ingegneri del team Faber Tech, che hanno integrato software open source, tecnologie smart, ingegneria robotica e know how da primato nel settore”. J-Project è una cappa verticale (che aspira dal basso) dotata di un grande display intelligente, integrato nel pannello frontale in vetro, capace di mostrare non soltanto le informazioni raccolte dai sensori (temperatura, umidità, luce, suoni, monossido di carbonio), ma ()


Estratto dell’articolo pubblicato da ansa.it. Prosegue sul loro sito.

Condividi questo post