730, come correggere gli errori

730

730, come correggere gli errori

Spese non dichiarate oppure troppo alte. La svista, nella compilazione del 730, può capitare a tutti. Ma cosa fare se ci si accorge di aver commesso un errore di compilazione o di calcolo? Innanzitutto è possibile rivolgersi a chi ha prestato l’assistenza per correggere gli errori o completare la dichiarazione. In questo caso, spiega l’Agenzia delle Entrate, è necessario compilare il modello 730 rettificativo.

Quando il modello è stato compilato in modo corretto, ma il contribuente si è accorto di aver dimenticato di esporre degli oneri deducibili o detraibili, c’è la possibilità di presentare un modello 730 integrativo entro il 25 ottobre. Il 730 integrativo deve essere presentato a un intermediario (Caf, professionista), anche se il modello precedente era stato presentato al datore di lavoro o all’ente pensionistico o era stato presentato direttamente tramite il sito internet dell’Agenzia delle Entrate

Oppure, in alternativa, il contribuente può presentare un modello Redditi Persone fisiche entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta successivo. Entro il 2 ottobre si può presentare il modello Redditi aggiuntivo oppure il Redditi correttivo.

Se, infine, il contribuente si è accorto di aver dimenticato di dichiarare dei redditi, oppure ha indicato oneri deducibili o detraibili in misura superiore a quella spettante, deve presentare obbligatoriamente un modello Redditi Persone fisiche e ()


Estratto dell’articolo pubblicato da adnkronos.com. Prosegue sul loro sito.

Condividi questo post